17
apr
2019
IMPATTO POLITICO E GOVERNATIVO SUL RICICLAGGIO DEI CATALIZZATORI

POSTED BY ALICE

La maggior parte di noi, in un momento o nell'altro, si lamentano del governo e della politica, magari per un drink con amici e colleghi. Tuttavia, non sempre riconosciamo che le decisioni prese nei corridoi del potere possono avere un impatto significativo sul successo o meno delle nostre attività. In tutto il mondo, le azioni dei governi, anche - forse soprattutto - e soprattutto - quelle di cui non si sente parlare, possono avere ripercussioni lungo la linea di fondo che influirà sui nostri stessi profitti.

Da nessuna parte è più vero che nel mondo del riciclaggio delle marmitte catalitiche. Apparentemente ogni giorno c'è più legislazione sulle emissioni di carburante, in particolare per quanto riguarda l'allarme globale - non aiutato, naturalmente, da un esame più attento all'interno dell'industria a seguito dello scandalo Volkswagen "Dieselgate".

Naturalmente, molti professionisti del settore trovano il modo di gestire il proprio business in questi tempi di cambiamento, ma spesso a costi elevati. Una nuova legislazione comporta inevitabilmente costi più elevati attraverso investimenti in nuove attrezzature, aumenti di capitale e simili. La domanda è: questo avrebbe potuto essere evitato facendo di più per evitare che leggi a volte inutili o miopi fossero introdotte per mancanza di lobbismo? Un approccio preventivo, che diluisce l'impatto della legislazione, è significativamente meno costoso che non limitarsi a stare seduti e lasciare che i governi facciano pressione sui governi attraverso regole e restrizioni sfavorevoli che avranno un impatto negativo sulla vostra redditività.

A nostro avviso, è importante che tutti i proprietari e gli operatori del settore del riciclaggio dei catalizzatori riconoscano che l'attività governativa non deve essere unilaterale, e che si arriva al tavolo con un piano d'azione offensivo e difensivo. Un esempio......

Nel 2015, i riciclatori automobilistici francesi hanno adottato un approccio proattivo ai nuovi statuti e sono stati premiati con una modifica delle leggi che, a partire dal 1° aprile di quest'anno, obbligano le attività di manutenzione e riparazione ad offrire ai clienti la possibilità di utilizzare ricambi usati piuttosto che nuovi.

L'interesse nel settore del riciclaggio è di vasta portata e le discussioni sia a livello governativo che all'interno dei consigli di amministrazione dei vostri concorrenti possono avere un impatto sulla vostra attività. Anche se siete solo una piccola entità del settore, la vostra voce è importante - per lo meno, la mancata partecipazione al dibattito può permettere ai vostri concorrenti di rubare una marcia su di voi e influenzare decisioni politiche che possono aiutarli più di voi stessi. Partecipando al processo, è possibile fornire i controlli e gli equilibri che contribuiranno a garantire che il risultato sia equo e trasparente per tutti i partecipanti del settore.

Infine, c'è la tendenza a considerare tutta la legislazione governativa come una minaccia per l'azienda - e spesso lo è quando comporta costi aggiuntivi come la necessità di un nuovo deposito, l'ottenimento di autorizzazioni per lo stoccaggio di materiali o la necessità di pagare per l'esportazione di materiali di scarto all'estero. Tuttavia, le aziende lungimiranti possono guardare alle opportunità che possono presentarsi e che permettono loro di innovare, sviluppare punti di differenza reali e, forse, specializzarsi in particolari settori dell'industria.

Conoscendo le possibili norme e regolamenti futuri, vi darete le migliori possibilità di identificare le opportunità e le minacce che potrebbero sorgere e vi concedete il tempo di reagire in anticipo rispetto alla concorrenza.

Essere coinvolti, e aiutare a guidare l'industria in una direzione benefica, perché la mancata partecipazione ti lascia aperto ai capricci e ai desideri di coloro che potrebbero non avere a cuore i tuoi interessi!