14
mar
2018
IL FUTURO INCERTO DEL PALLADIO

POSTED BY ALICE

A differenza di altri metalli preziosi che nel 2016 (oro +20%, argento +23%, platino +18%), il palladio ha sofferto, in crescita di appena il 5% dall'inizio dell'anno, e questo nonostante un deficit di offerta. Queste prestazioni relativamente scarse sono principalmente il risultato della comparsa dell'auto elettrica. Ma è anche dovuto al conseguente calo della domanda di motori diesel che utilizzano il palladio nei loro catalizzatori. Allora, ci si può chiedere come sarà il futuro del Palladio?

Questa inversione di tendenza ha portato al crollo del fondo specializzato in platino creato due anni fa a Johannesburg. Tuttavia, Norilsk, il principale produttore mondiale di palladio, rimane rialzista, nonostante un rapporto di Metal Focus che suggerisce che un aumento dell'1% della domanda di auto elettriche ridurrebbe la domanda di palladio di 100.000 once. Norilsk ha dichiarato i piani per l'acquisto delle azioni e dei fondi di investimento della banca centrale russa di palladio, che, secondo la società, gravano sul mercato, credendo che il palladio possa affermarsi come uno dei principali attori del mercato della gioielleria, come ha fatto il platino negli ultimi anni.

Alcuni ritengono che questa strategia sia altamente rischiosa, con una forte concorrenza da parte delle miniere sudafricane che hanno visto un salto di produzione del 32% rispetto agli scioperi debilitanti del 2014. L'esperto di metalli preziosi Didier Julienne ritiene che "Nordick dovrebbe concentrarsi sull'essere un produttore del 21° secolo e pianificare la sua produzione sulla base di un consumo futuro realistico" piuttosto che rischiare tutto su una strategia non dimostrata.

Anche se il futuro del palladio è alquanto incerto, rimane una merce molto apprezzata e il suo riciclaggio è vantaggioso per i venditori, gli acquirenti e, non da ultimo, per l'ambiente.